CALAMBRONE

Calambrone

Al confine con la provincia di Livorno, al termine meridionale del litorale pisano si trova Calambrone, dal latino Caput Labronis, località balneare che chiude il lungo tratto di spiagge prevalentemenre incontaminate all'interno del Parco Naturale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli. Da Torre del Lago infatti, proseguendo per Marina di Vecchiano e spiaggia del Gombo, fino alla foce dell'Arno, la natura la fa da padrone. Il litorale prosegue poi con Marina di Pisa e Tirrenia e la spiaggia di Calambrone è preceduta dalla vasta pineta del Tombolo.
L'area di Calambrone faceva parte durante il Medioevo del Porto Pisano. Con l'insabbiamento del porto e l'impaludamento della zona, venne abbandonato praticamente fino agli anni Trenta del Novecento, quando cominciò la costruzione delle prime colonie estive di stampo fascista. Dopo la seconda guerra mondiale, la zona tornò lentamente nel degrado. Oggi Calambrone è al centro di un ampio progetto di recupero e sviluppo, con la costruzione di un abitato e il recupero delle ex colonie estive.
Oltre agli amanti del sole e del mare, Calambrone è meta di turismo d’affari per la vicinanza del porto di Livorno e i collegamenti verso l'arcipelago toscano.